m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Carceri, peggio dell'Italia solo la Turchia. Il Consiglio d'Europa punta il dito contro il sovraffollamento (09/04/21 06:32)

Le carceri italiane sono le più sovraffollate dell'Unione europea, e anche quelle in cui ci sono più detenuti che hanno superato i 50 anni. Sono alcuni dei dati forniti dal rapporto pubblicato dal Consiglio d'Europa 'Space' che ogni anno fotografa la situazione dei sistemi penitenziari negli Stati membri dell'organizzazione paneuropea. Alla fine del gennaio 2020 in Italia per ogni 100 posti disponibili in prigione c'erano 120 detenuti. Il problema del sovraffollamento è più grave solo in Turchia dove ci sono 127 carcerati ogni 100 posti. Il nostro non è l'unico paese della Ue ad avere carceri sovraffollate. All'inizio dell'anno scorso il Belgio aveva 117 detenuti per ogni 100 posti, Francia e Cipro 116, Ungheria e Romania 113, Grecia e Slovenia 109. Secondo Marcelo Aebi, responsabile per il rapporto Space, se si osservano i trend della popolazione carceraria in Italia dal 2000, il Paese sembra avere due strade per risolvere la questione del sovraffollamento. La prima è "ridurre la durata delle pene", e la seconda è "costruire più prigioni", anche perché, afferma Aebi, "le amnistie, come quella del 2006, non risolvono il problema". Reagendo ai dati sul sovraffollamento, la senatrice Pd Monica Cirinnà, segretaria della commissione Giustizia afferma che è "arrivato il momento di affrontare il problema" e rivolge un appello perché questo sia fatto insieme da Governo e Parlamento. "La risposta non può essere quella di costruire nuove carceri, ma piuttosto di valorizzare la pluralità delle 'pene' insita nell'articolo 27 della Costituzione", afferma la parlamentare. "Parlare di misure drastiche per ridurre il sovraffollamento e svuotare le carceri non può essere un tabù", ha affermato in un tweet il deputato di LeU Erasmo Palazzotto. L'altro elemento che rende le prigioni italiane particolari rispetto a tutti gli altri paesi del Consiglio d'Europa, è l'elevata percentuale di detenuti che hanno più di 50 anni. La percentuale in Italia è del 26%, mentre quella degli altri Paesi membri dell'organizzazione è il 14,8%. In Italia il numero di detenuti over 50 è 15.832, il più alto registrato nei paesi della Ue, e secondo solo a quello della Turchia (34.260) dove però la popolazione carceraria è quasi 5 volte quella italiana. Aebi ipotizza che il dato italiano sia legato "alla presenza tra i detenuti di diverse centinaia di membri delle organizzazioni criminali, come la mafia, che hanno un'età avanzata".
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro