m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Donne, tutte le facce della violenza. Secondo Amnesty in Italia siamo di fronte a un fenomeno strutturale (08/03/18 17:39)

La violenza contro le donne nel nostro paese è “strutturale” e ha dimensioni preoccupanti. Questa la denuncia che oggi, in occasione della Giornata delle donne, arriva da Amnesty International Italia. Quasi un terzo delle donne nel corso della propria vita ha subito forme di violenza fisica o sessuale. E colpevoli dei femminicidi che continuano a mietere vittime sono quasi sempre partner, mariti o ex compagni, persone che avevano le chiavi di casa. Ci sono poi da segnalare fenomeni di indignazione e solidarietà “selettive” legate alla nazionalità delle vittime e dei carnefici.Secondo l’Istat il 31,5 per cento delle donne tra 16 e 70 anni ha subìto nel corso della propria vita qualche forma di violenza fisica o sessuale: il 20,2 per cento ha subìto violenza fisica, il 21 per cento violenza sessuale, il 5,4 per cento lo stupro o il tentato stupro”. L’Istat segnala poi che ha subito violenze fisiche o sessuali da partner o ex compagni il 13,6% per cento delle donne, mentre un altro 13 per cento di donne ha subito violenza da persone conosciute (amici, parenti o colleghi di lavoro).Se da una parte negli ultimi dieci anni gli omicidi delle donne sono calati del 20%, passando da 150 a 121, l'incidenza delle vittime di genere femminile sul numero totale degli omicidi è aumentata di ben dieci punti dal 2007 ad oggi: dal 24% del totale al 34%. Nel 46% dei casi ad uccidere è il partner e la stragrande maggioranza degli omicidi, l'81%, avviene nelle mura domestiche. Per quanto riguarda lo stalking, invece, nel 2017 la percentuale di incidenza di vittime di sesso femminile è stata del 73,52% mentre era del 77% nel 2014. Il 76% degli stalker è un ex partner. Dato in controtendenza quello delle violenze sessuali. Nell'ultimo biennio si è assistito ad un incremento del 5% (da 4mila del 2015 a 4.261 del 2017). La maggior parte avviene in strada o in auto (54%) ma vi è anche un 2% che vengono commesse a scuola o in luoghi di culto. Gli autori sono nel 60% dei casi italiani.
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro