m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Roma, e Raggi tira fuori la Bolkenstein per ridurre al lastrico gli operatori dei mercati (24/04/21 10:37)

Un'applicazione "attenuata" della direttiva Bolkestein per le bancarelle di Roma, con licenze temporanee agli operatori fino alla chiusura dei bandi e un regime di maggior tutela per i mercati rionali, le edicole e i chioschi che prevede elementi premianti nelle gare. È quanto prevede la memoria presentata dall'assessore al Commercio Andrea Coia e approvata ieri dalla Giunta Capitolina, che recepisce il parere formulato dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in merito al rinnovo delle concessioni su area pubblica scadute lo scorso 31 dicembre 2020.Il Campidoglio metterà quindi a bando le licenze per il commercio su area pubblica, cioè per le cosiddette bancarelle, e le procedure di gara per l'affidamento delle concessioni verranno pubblicate entro l'estate. Nelle more dell'espletamento dei bandi, viene garantito agli operatori il temporaneo esercizio delle attività commerciali sul suolo pubblico.Un regime di maggior tutela è previsto per i mercati rionali, le edicole e i chioschi, che prevede elementi premianti nei bandi per valorizzare al massimo i requisiti dell'anzianità o professionalità acquisita dagli attuali concessionari, nonché gli investimenti da loro effettuati negli anni. La reazione degli operatori e delle categorie di settore era esplosa già dalle prime avvisaglie, con proteste e manifestazioni, tanto che il 1 marzo si è tenuta un’Assemblea Capitolina sul tema, che ha visto confrontarsi posizioni diverse, e una forte contrapposizione tra maggioranza e opposizioni. Da queste molti ODG sono stati presentati, chiedendo di fare un passo indietro e di procedere al rinnovo automatico delle concessioni fino al 2032, come previsto da provvedimenti nazionali e regionali, pur tuttavia in contrasto con le direttive europee.
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro