m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Venezuela-Usa: Maduro annuncia il processo per i due contractors Usa arrestati e rei confessi nella vicenda "Baia dei Porci" (07/05/20 05:52)

Si infiammano nuovamente le relazioni fra gli Stati Uniti e il Venezuela a seguito dell'arresto, fra domenica e ieri, di 17 "mercenari", tra cui due contractor statunitensi, accusati di voler "mettere fine al regime" del presidente Nicolas Maduro, con l'idea di catturarlo e trasferirlo in aereo negli Stati Uniti. Washington, che nega ogni coinvolgimento nella vicenda, preme perché i due americani vengano liberati e riportati a casa, ma Maduro avverte: "Saranno processati in Venezuela". La vicenda, ha rivelato ieri in una conferenza stampa il leader chavista, "non si è ancora chiusa", aggiungendo che "stiamo neutralizzando gli aggressori della 'Operazione Gedeone' con la decisa risposta della nostra 'Operazione Negro Primero - schiacciamento del nemico'". Dopo essersi rallegrato che i media internazionali abbiano fatto un parallelo per l'accaduto con il fallito attacco controrivoluzionario del 1961 alla Baia dei Porci cubana, il capo dello Stato venezuelano ha mostrato poi una video-intervista di uno dei due contractor arrestati: il filmato mostra Luke Alexander Denman che rivela i piani dell'incursione via mare in Venezuela ed il proposito di catturare Maduro, mettendo direttamente in relazione il titolare della compagnia SilverCorp Usa, Jordan Goudreau, incaricata di progettare il piano, con il presidente Donald Trump. Il tycoon, due giorni dopo l'annuncio di Caracas del fallimento dell'incursione, aveva assicurato che "questa storia non ha nulla a che vedere con gli Stati Uniti". Il segretario di Stato Mike Pompeo ha ribadito che "non vi è stata implicazione 'diretta' del governo americano", perché "se vi fosse stata, la storia avrebbe avuto una fine diversa". Su questa versione dei fatti ha preso posizione anche la Russia, alleata di Caracas: "Le dichiarazioni di Washington non sono convincenti", ha indicato in un comunicato. E a Pompeo che ha assicurato che "gli Stati Uniti faranno di tutto e ricorreranno ad ogni mezzo per riportare a casa i due americani arrestati in Venezuela", ha risposto Maduro. Ad un giornalista che gli chiedeva se avesse intenzione di rimandare i due contractor negli Usa, il presidente chavista ha spiegato che "Denman e Airan Berry, sono rei confessi, hanno violato leggi venezuelane e internazionali, e saranno processati in Venezuela". Anzi, ha concluso, "riteniamo che nel caso di Goudreau ci siano tutti gli elementi per chiederne l'estradizione dagli Stati Uniti".
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro