m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Perù, una legge ad hoc per permettere alle forze di polizia di fare quello che vogliono. Human right watch: "Impunità per gravi violazioni dei diritti umani" (12/05/20 21:26)

“Il Perù ha recentemente emanato una legge che ha rimosso l'esplicito requisito secondo cui la polizia debba usare la forza solo in forma proporzionale alla minaccia, e che offre agli agenti speciali protezioni legali”. Lo denuncia l’organizzazione Human Rights Watch, sottolineando che “questi cambiamenti comportano un rischio concreto di aumento degli abusi della polizia e possono promuovere l'impunità per le più gravi violazioni dei diritti umani”. "La nuova legge sull'uso della forza da parte della polizia è una ricetta per abusi e impunità", ha dichiarato José Miguel Vivanco, direttore per le Americhe di Hrw. Il presidente del Perù, l’Ombudsman, il procuratore generale e altre istituzioni o gruppi “dovrebbero contestare la legge dinanzi alla Corte costituzionale. In alternativa, il Congresso dovrebbe abrogare la legge”, chiede l’organizzazione in una nota. Hrw ha spiegato che il 27 marzo 2020, il Congresso del Perù ha emanato la legge sulla protezione della polizia che “revoca esplicitamente la sezione dell'articolo 4 del decreto 1186 che stabilisce che qualsiasi uso della forza da parte della polizia per avere uno scopo legale deve essere proporzionato alla minaccia”. La nuova legge “stabilisce inoltre la presunzione secondo cui le azioni della polizia siano lecite" e “limita anche il potere dei giudici di ordinare la detenzione preventiva nei confronti di agenti di polizia accusati di provocare lesioni o morte per l'uso illegale della forza”. Il Congresso peruviano “ha approvato la legge nonostante l'opposizione del ministero della Giustizia”, sottolinea Hrw, e “sebbene il presidente Martin Vizcarra non abbia promulgato la nuova legge, i regolamenti del Congresso consentono al suo presidente di promulgare una norma 15 giorni dopo la sua approvazione se il presidente della repubblica non ha presentato osservazioni e non ha richiesto una riconsiderazione”. "In un momento in cui la polizia e le forze armate hanno poteri di emergenza per garantire il rispetto del distanziamento sociale e altre misure contro il coronavirus, è essenziale che gli agenti rispondano per qualsiasi abuso di tali poteri", ha detto Vivanco.
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro