m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Marcia della Pace, Lotti candida Riace al Nobel per la Pace 2019. Prc: "Cosa vanno a fare gli esponenti del Pd alla marcia della pace?" (07/10/18 19:10)

Una moltitudine colorata di non meno di centomila persone ha percorso i 24 chilometri che separano la città di Aldo Capitini, Perugia, da quella di San Francesco, Assisi, con lo sguardo rivolto verso Riace. Grande presenza del mondo del lavoro e dei giovani. "Candidiamo al Nobel per la pace il modello Riace": la proposta è arrivata da Flavio Lotti, coordinatore e anima della Marcia della pace Perugi-Assisi, in occasione del suo intervento per i saluti alla partenza del corteo.  "Osiamo la fraternità", il messaggio lanciato da Lotti. "E' insopportabile quanto accade intorno a noi - ha aggiunto - nessuno va lasciato indietro e da solo". In marcia, come tradizione, tante bandiere della pace, i gonfaloni di numerosi enti locali, di associazioni e sindacati, espressioni di numerosissime realtà del paese.  Presente per la prima volta al corteo ideato nel 1961 dal filosofo della non violenza Aldo Capitini, anche la Ces, il sindacato europeo. "Oggi è un giorno importante - ha detto, sfilando dietro allo striscione dei sindacati il segretario della Ces, Luca Visentini - perché questa straordinaria Marcia per la Pace e la fratellanza si intreccia con la Giornata mondiale per il lavoro dignitoso. Ed è evidente - ha proseguito - che pace, solidarietà e lavoro sono temi strettamente collegati. Perché è solo attraverso i diritti e la dignità del lavoro che si possono sconfiggere le spinte xenofobe e nazionaliste che stanno attraversando il continente". Il fiume di gente ha marciato insieme ai gonfaloni di 286 fra Comuni, Province e Regioni. Alla Perugia-Assisi ci sono le associazioni cattoliche e degli immigrati, Amnesty international, Libera e i sindacati, Possibile e Prc. Alcuni indossano magliette con scritto "La solidarietà non si arresta. Io sto con Riace". Altri portano un cartello sul quale si legge "Noi siamo con Riace e con Mimmo Lucano". Marciano nonostante il cielo coperto e la pioggia caduta fino a pochi attimi prima della partenza. Con indosso impermeabili e cerate, anche se di tanto in tanto spunta anche qualche ombrello. Maurizio Acerbo, segretario nazionale Rifondazione Comunista - Sinistra Europea, in polemica con il Pd ha dichiarato: "Gli esponenti del Pd cosa vanno a fare alla Marcia della Pace? Sono da anni sostenitori di guerre, decreti anti-immigrati, aumento delle spese militari e vendita di armi a chi bombarda civili. Non hanno nemmeno voluto ratificare all'Onu il Trattato per la messa al bando delle armi nucleari. Sono complici della politica dei governi israeliani contro i diritti dei palestinesi. Ma esattamente in cosa si sostanzia da un decennio l'impegno pacifista del Pd? E' una domanda che viene da porsi vedendo le passerelle davanti ai microfoni delle tv alla Marcia Perugia-Assisi".
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro