m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Genova Antifascista scende in piazza il 3 febbraio, anche contro chi rimane a guardare aspettando che la violenza combini altri guai (28/01/18 18:00)

E' Genova Antifascista a chiamare a raccolta per una manifestazione antifascista il 3 febbraio per ribadire che "la città che vogliamo - si legge nel manifesto - è antirazzista, antisessista, anticapitalista, contro l'omofobia, solidale e accogliente". Il concentramento è previsto per le 15 in piazza De Ferrari. Corteo che a questo punto dovrebbe essere il più inclusivo possibile e vedere la partecipazione anche di Anpi e Cgil pur senza bandiere. In previsione della mobilitazione domani,, mercoledì 17 gennaio al teatro degli Zingari, si terrà un'assemblea per fare il punto della situazione. Il 31 gennaio in piazza De Ferrari si terrà un'assemblea pubblica. Nella settimana precedente, il 24 gennaio, la Cgil organizza alla sala chiamata del porto un "momento di approfondimento" sui temi dell'antifascismo e antirazzismo: "Serve un profondo e capillare lavoro sociale, culturale, informativo, servono politiche che superino le diseguaglianze e promuovano la tolleranza, ma non va assolutamente trascurata la vigilanza e la mobilitazione. Ciò che i nostri genitori e i nostri nonni hanno sconfitto 70 anni fa, non tornerà"."Abbiamo presentato da oltre un mese un'interrogazione alla Camera- sottolinea Luca Pastorino, deputato di Possibile- per chiedere un intervento del governo contro l'escalation di violenze xenofobe e di matrice fascista. Ma i ministri Minniti e Orlando non hanno fornito alcuna risposta: si sono limitati a rilasciare qualche dichiarazione di circostanza. La legge consente di bloccare i gruppi neofascisti, e noi di Possibile abbiamo indicato come, ma i ministri Minniti e Orlando indossano un antifascismo di facciata: servono fatti concreti, il tempo delle chiacchiere e' finito".
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro