m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Razza bianca, duro giudizio del Prc: "Fontana, cameriere di Berlusconi ha bisogno di questa demagogia nazista per far dimenticare gli scandali". (15/01/18 18:11)

L'Italia non può "accettare tutti" gli immigrati. Lo ha detto il candidato presidente della Regione Lombardia per il centrodestra, Attilio Fontana, parlando a Radio Padania. "Qui non è questione di essere xenofobi o razzisti, ma è questione di essere logici o razionali". "Non possiamo - ha sostenuto l'ex sindaco di Varese - perché tutti non ci stiamo, quindi dobbiamo fare delle scelte. Dobbiamo decidere se la nostra etnia, se la nostra razza bianca, se la nostra società deve continuare a esistere o se deve essere cancellata". La "pezza", poi, è peggiore del buco: è stato un lapsus. Evidentemente Fontana sa di psicologia quanto sa di migranti. Se si degnasse di forzare un po' la sua repellenza alla cultura di base si accorgerebbe che "lapsus" è comunque un "pensiero" che appartiene all'individuo che lo pronuncia. Ma tant'è. "Parlare di razza bianca non può essere liquidato come un lapsus - ribatte il segretario del Prc Maurizio Acerbo -. Non si può neanche definire di centrodestra un candidato che si esprime come questo Fontana. La Lega di Salvini da anni alimenta in maniera criminale razzismo e xenofobia per raccattare voti. Questi camerieri di Berlusconi hanno bisogno di questa demagogia nazista per far dimenticare tutti gli scandali in cui sono coinvolti insieme ai loro alleati. La Lega ormai parla la lingua delle formazioni neonaziste. E purtroppo il più bieco razzismo viene sdoganato e cavalcato un giorno sì e l'altro pure sui media. E' evidente che parlare di "razza bianca" è segno di ignoranza e della miseria culturale di questi politicanti da quattro soldi ma è estremamente rivelatorio che al fondo della propaganda leghista c'è il razzismo".
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro