m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Brasile, Lula non ha intenzione di mollare e annuncia la sua ricandidatura alle prossime elezioni presidenziali (14/07/17 17:04)

L'ex capo di Stato del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva ha affermato oggi di volersi candidare alle elezioni presidenziali in programma il prossimo anno. L'annuncio e' giunto all'indomani di una condanna nei suoi confronti a quasi dieci anni di carcere. Nel corso di una conferenza stampa, l'ex presidente ha denunciato un tentativo di "distruggere la democrazia" in Brasile. “Lìunico che ha il diritto di decretare la mia fine è il popolo brasiliano”, ha sottolineato Lula. Poi, riferendosi alla sua condanna, il fondatore del Partito dei Lavoratori (PT), ha ricordato che l'aveva prevista dal giorno 18 ottobre 2016, quando pubblicò sul quotidiano Folha di Sao Paulo un articolo intitolato “Perché mi vogliono condannare”. Lula ha detto anche di sentirsi particolarmente indignato per il fatto di essere vittima "di un gruppo di persone che mentirono la prima volta ed ora sono obbligati a continuare a farlo". Lula era stato giudicato colpevole ieri in primo grado di aver ricevuto tangenti per 3,7 milioni reais, oltre un milione di euro, in parte riciclati nella ristrutturazione di un attico di lusso sul litorale di San Paolo. Gli illeciti sarebbero da ricondurre a contratti stipulati tra l'impresa di costruzioni Oas e il colosso statale dell'energia Petrobras. Ex sindacalista, alla guida del Paese dal 2003 al 2011, Lula resta una figura di riferimento del Partido dos Trabalhadores (Pt): forza social-democratica protagonista di una fase di crescita economica e sociale, travolta poi da recessione e inchieste giudiziarie.
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro