m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Como, poveri multati per salvare il "decoro" delle vetrine natalizie. Al peggio non c'รจ mai fine. E a fare peggio ci ha pensato il sindaco di Forza Italia. Prc: "Siamo alla barbarie" (20/12/17 19:34)

La propaganda xenofoba e razzista continua: a Como dopo i nazisti ci si è messa pure la Giunta con l'ordinanza "contro i poveri" e chi li vorrebbe aiutare. A firmarla è il sindaco di Forza Italia, Mario Landriscina, lo stesso che non ha partecipato alla manifestazione antifascista contro il blitz squadrista dei naziskin contro le associazioni impegnate nell'accoglienza dei migranti in città. Già in campagna elettorale aveva promesso di "ripulire" le vie del centro e adesso, nei giorni delle feste e dello shopping, I volontari sono tornati comunque a servire le colazioni ai clochard di fronte alla chiesa di Sant’Orsola, appena fuori dalla zona del centro protetta dall’ordinanza del sindaco. La vigilia di Natale si ritroveranno di fronte al Broletto con il cantautore Filippo Andreani per cantare «El purtava i scarp del Tennis», la canzone di Enzo Jannacci mai come in questo caso inno di protesta. La Cgil sta pensando di organizzare una iniziativa. "Una ordinanza simile è stata emanata anche a Trieste - si legge in una nota firmata da Maurizio Acerbo, segretario del Prc - a confermare la vera intenzione delle amministrazioni che, inadeguate a governare, scatenano una guerra contro i poveri e rendono reato la solidarietà. E' disumano, siamo alla barbarie, ad una folle gara tra chi è più razzista e xenofobo, a chi crea un allarme sociale che non esiste, prendendosela coi più deboli". £Raccogliamo allora quanto proposto dal sociologo Alessandro Dal Lago e, facendo nostre le sue sacrosante parole, chiediamo a tutte e tutti di denunciare per abuso d'ufficio e violenza privata questa gentaglia che tormenta i poveri in nostro nome", ha concluso Acerbo. 
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro