m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Potere al popolo, domani l'assemblea nazionale sul programma. Dopo Francia e Spagna, "anche in Italia c'รจ bisogno di costruire un'alternativa" (16/12/17 19:04)

Domani, domenica 17 dicembre alle 10 al teatro Ambra Jovinelli a Roma si terrà l'assemblea nazionale della lista "Potere al popolo". Dopo una sessantina di assemblee in giro per i territori e un appuntamento nazionale sempre a Roma il 18 novembre, il percorso di una sinistra alternativa e dal basso segna il primo giro di boa. Il secondo appuntamento nazionale prenderà di petto la discussione sul programma, mentre sono state schedulate altre scadenze territoriali. Insomma, la sensazione è che si sia lavorato, e tanto, sull'onda di un vero e proprio entusiasmo. Del resto il primo video, quello in cui si metteva al centro "l'autoconvocazione" richiamava proprio l'importanza di affrontare questo impegno con il giusto stato d'animo. Senza, cioè, ossessionarsi di fronte all'idea del verdetto delle urne.  Je so pazzo e moltissime altre realtà di movimento, della sinistra antiliberista e anticapitalista, compreso il Prc, domani a Roma avranno la responsabilità, più che di fare un "cartello" - perché non è certo questo il modello di riferimento - di fare in modo che i processi aggregativi producano il loro risultato migliore.  "Quella che vogliamo fare è infatti una lista veramente di sinistra, dal basso - dichiara Maurizio Acerbo, segretario del Prc - che sarà alternativa a tutti quelli che hanno distrutto il Paese e continuano a farlo stando al governo. Redistribuzione, solidarietà, lotta contro le politiche di austerità sono le nostre parole-chiave. Molto lontane da quelle del Pd, oltre che delle destre, e anche dal vecchio centrosinistra di D'Alema e Grasso". "Una lista popolare nel senso che il suo obiettivo - aggiunge Acerbo - è quello di difendere gli interessi delle classi popolari, da troppo tempo oggetto di un attacco ai diritti, condotto dai governi di centrodestra e centrosinistra. In tutta Europa partiti della sinistra radicale e movimenti hanno creato aggregazioni che hanno dato voce al malessere sociale non rappresentato dalle classi dirigenti , contrastando anche il diffondersi tra i ceti popolari dell'estrema destra. Domani saranno con noi da Podemos alla France Insoumise di Melenchon e il Partito della SInistra Europea. Anche in Italia c'è bisogno di costruire un'alternativa".
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro