m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Stragi sul lavoro, mobilitazioni e scioperi a Genova e a Milano (10/04/19 14:06)

La strage di morti sul lavoro non si arresta e l'edilizia continua ad essere uno dei settori maggiormente coinvolti. E' accaduto nuovamente ieri quando un giovane edile ha perso la vita in un cantiere in appalto al Cociv nella delegazione genovese di Sestri Ponente. Contro le morti sul lavoro, per dire ancora una volta basta alla strage nei cantieri e per chiedere maggiore sicurezza, Fillea Cgil Filca Cisl Feneal Uil, hanno proclamato per oggi 4 ore di sciopero a fine turno per i lavoratori edili dell‘area metropolitana Genova. Lo sciopero avviene alla vigilia di un importante incontro tra le segreterie sindacali di categoria e i vertici del Cociv che si terrà giovedì pomeriggio. Nonostante i tanti confronti con la stazione appaltante e i risultati raggiunti, ancora molto si può fare a patto che imprese e politica vogliano davvero investire sulla sicurezza sul lavoro. Purtroppo le recenti disposizioni del Governo che, con legge di bilancio 2019 ha ridotto di oltre il 30 per cento i premi assicurativi antifortunistici che le imprese hanno l'obbligo di pagare all'Inail, non pare vadano in questa direzione. Proprio per questo è ancora più importante contrattare sul territorio e con le stazioni appaltanti misure a sostegno della sicurezza e della dignità del lavoro. Nei prossimi giorni Fillea Cgil Filca Cisl Feneal Uil chiederanno al Prefetto di attivare un tavolo con tutti gli enti preposti. A Milano, i sindacati confederali scenderanno in piazza nella mattinata del prossimo 17 aprile e manifesteranno a Palazzo Lombardia contro governo e giunta regionale. All'esecutivo romano contestano di aver ridotto i premi mail, dunque indennizzi e rendite per infortuni e malattie professionali; a quello milanese, invece, di aver risposto a questi tagli in modo lento e insufficiente. Dalla loro, i sindacati hanno numeri del 2019, che segnano un aumento sia degli infortuni sul lavoro, sia delle malattie professionali: + 4,4% i primi, 16% i secondi, rispetto allo stesso periodo del 2018. Preoccupante anche il numero degli incidenti mortali +16 percento Di tanto sono aumentate rispetto allo stesso periodo del 2018 le malattie professionali tali sul lavoro, che in poco più di 60 giorni ha raggiunto quota 21 (di questi, 13 durante lo svolgimento della mansioni, gli altri in itinere). Protestano, dunque, Cgil Cisl e Uil, ma anche propongono: in una richiesta urgente d'incontro in Regione, hanno chiesto di poter presentare alcuni progetti per rafforzare il piano straordinario controlli approvato nel 2018, che venga aggiornato il piano regionale amianto, e che sia studiata un'azione di lungo periodo - fino al 2033 - dedicata alle politiche di prevenzione e di tutela della salute nel lavoro. Pierluigi Rancati, segretario regionale Cisl Lombardia con delega a salute e sicurezza, ripete anche ora quanto sta dicendo da mesi: «Negli ultimi tempi stiamo assistendo a un abbassamento della guardia in tema di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro», a cominciare «dall'insufficiente attività ispettiva da parte delle istituzioni preposte alla vigilanza e alla prevenzione»…  
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro