m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Electrolux: il coordinamento dei delegati decide: "Avanti con la lotta" (03/02/14 19:03)

Proseguimento di azioni di lotta come i presidi delle portinerie, blocco degli straordinari e scioperi. Edin più la manifestazione a Roma per scongiurare la chiusura del sito di Porcia. Si è conclusa nel primo pomeriggio la riunione del Coordinamento nazionale Electrolux Italia che comprende i delegati aziendali (RSU) degli stabilimenti di Pordenone (Valnoncello, produzione cucine industriali), Porcia (lavatrici), Susegana (frigoriferi), Solaro (Milano, lavastoviglie) e Forlì (piani di cottura), i dirigenti sindacalidi Fim, Fiom e Uilm delle province interessate e dai coordinatori sindacali del Gruppo, Maurizio Geron per Fim Cisl, Gianluca Ficco per la Uilm e Stefano Zolli e Michela Spera per la Fiom Cgil. Tutti gli interventi hanno sottolineato la indisponibilità del sindacato ad accettare ulteriori riduzioni del costo del lavoro a carico delle buste paga dei lavoratori (Electrolux nel suo complesso occupa in Italia circa 6.200 persone) e respinto ogni ipotesi di chiusura dello stabilimento di Porcia anche perché, ha ribadito Geron nelle conclusioni unitarie "il sistema Electrolux si regge se tutti gli stabilimenti producono, se ne salta uno anche gli altri sono destinati a seguire la stessa sorte". Per sostenere questa posizione su Porcia (Pordenone) il Coordinamento ha avanzato la proposta alle Segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm di organizzate nelle prossime settimane una manifestazione di tutto il gruppo davanti allo stabilimento friulano dove lavorano circa 1.000 tra operai ed impiegati (per 120 dei quali la direzione aziendale ha già dichiarato l'esubero) ed una manifestazione a Roma.
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro