m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

APOFRUIT;SCIOPERO RIDOTTO A DUE ORE OGGI A MIRANDOLA FAI-CISL E FLAI-CGIL, PER SENSO RESPONSABILITÀ VERSO I SOCI (24/12/09 14:42)

(ANSA) - MIRANDOLA (MODENA), 24 DIC - Allo stabilimento Apofruit di San Martino Spino di Mirandola (Modena) si sono svolte oggi due ore di sciopero delle 16 decise ieri in assemblea. Inizialmente erano state decise otto ore di sciopero nella giornata odierna, «ma i lavoratori, con forte senso della responsabilità e confrontandosi con le rappresentanze sindacali unitarie e le organizzazioni sindacali provinciali di Fai-Cisl e Flai-Cgil», le hanno ridotte a due, hanno fatto sapere i due sindacati con una nota congiunta. La decisione di scioperare è stata presa - rilevano Fai e Flai - «dopo indebite, inopportune ed esagerate pressioni da parte della dirigenza della cooperativa con strumenti, mezzi e metodi che nulla hanno a che fare con la storia del movimento cooperativo: in particolare la minaccia di chiusura immediata dello stabilimento e conseguente trasferimento ad Altedo della lavorazione della cipolla!». Per le organizzazioni sindacali l'atteggiamento tenuto dalla dirigenza della cooperativa Apofruit «non ha eguali nemmeno nelle realtà più retrive del settore privato». Oggi i lavoratori della cooperativa hanno ridotto lo sciopero «per senso di responsabilità nei confronti dei soci», ma denunciano «il comportamento di questa dirigenza, assai lontano dai valori sempre espressi dal mondo cooperativo». Fai e Flai hanno sottolineato «l'importante presenza, di fronte ai cancelli durante il presidio, del presidente di Legacoop Modena Roberto Vezzelli, il quale ha dichiarato alle organizzazioni sindacali che l'associazione da lui rappresentata vorrà essere presente nei futuri incontri con la dirigenza Apofruit e che si attiverà per cercare un tavolo di confronto». Per le organizzazioni sindacali dell'agroalimentare modenese «quella di Vezzelli è un'importante affermazione, alla quale deve comunque seguire un diverso comportamento della dirigenza di Apofruit». Per Fai e Flai la cooperativa «deve ritirare la procedura di mobilità che ha attivato, sedersi ad un tavolo con i rappresentanti dei lavoratori per trovare una soluzione che permetta allo stabilimento di San Martino Spino di poter avere una prospettiva produttiva futura». Il 30 dicembre è stato convocato il coordinamento regionale delle rappresentanze sindacali unitarie del gruppo Apofruit; in quella sede - anticipano Fai e Flai - «verranno decise ulteriori iniziative di lotta in tutti gli stabilimenti del gruppo». (ANSA). COM-GIO 24-DIC-09 14:19 NNN FINE DISPACCIO
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro