m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

LAVORO: DALMINE; SLITTA ACCORDO SU PIANO AZIENDALE (22/12/09 14:24)

22 DIC - Resta aperta la vertenza sul piano aziendale Tenaris Dalmine. È stata interrotta senza una soluzione definitiva la trattativa tra l'azienda e i sindacati, al centro dell'incontro che si è svolto a Bergamo fino a tarda notte. Le parti si rivedranno il 28 dicembre a Bergamo, in un vertice decisivo per l'accordo. Le divergenze tra i sindacati e l'azienda sono legate alla riorganizzazione del sito di Dalmine e al numero di esuberi previsti. Il piano originale, presentato a settembre dall' azienda, prevedeva 1024 esuberi sul totale di 2814 dipendenti dei presidi nazionali del gruppo, con la dismissione dello stabilimento di Piombino. Una prospettiva di chiusura, come confermato dai responsabili di Fim, Fiom e Uilm, ritrattata dall'azienda dopo la proposta avanzata dalla Regione che si è impegnata a siglare, entro gennaio, un protocollo per rafforzare la presenza dell'azienda sul territorio piombinese. «Stiamo lavorando con l'azienda - ha detto il segretario provinciale Fiom, Luciano Gabrielli - ad un accordo complessivo che non comporterà alcun licenziamento. Ma sono sorti problemi sui numeri e sulla riorganizzazione del lavoro che hanno bloccato le trattative». L'azienda ha presentato ai sindacati un nuovo piano di ridimensionamento del personale che interesserà i presidi nazionali del gruppo, compreso lo stabilimento piombiense. Dai 124 dipendenti del tubificio si dovrebbe scendere intorno alle 100 unità. Per assorbire la flessione dell'organico si ricorrerebbe a nuovi ammortizzatori sociali, con cig a rotazione, e, in prospettiva, alle uscite per mobilità incentivata e ai pensionamenti.
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro