m.ControLaCrisi.org - (visualizza versione completa)

Clicca qui. "Sicurezza, la vera emergenza per il Bel Paese sono i reati ambientali". Articolo da www.greenreport.it (21/08/17 08:58)

Dopo il tradizionale Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Ferragosto, il ministro dell’Interno Marco Minniti ha presentato nel corso di una conferenza stampa il dossier prodotto nel merito dal Viminale, alla presenza dei vertici delle Forze dell’ordine e dei servizi di intelligence nazionali. Dossier che restituisce l’immagine di un Paese non assillato da gravi criticità sotto il profilo della sicurezza, nonostante la rappresentazione mediatica si discosti spesso da questa prospettiva. «Abbiamo esaminato la situazione dell’ordine pubblico, l’Italia è in una condizione tranquilla: nei primi sette mesi del 2017 il quadro è quello di un Paese accogliente, con livelli buoni di sicurezza. Ci sono tutte le condizioni per proseguire nell’approccio positivo avuto fino ad oggi», ha spiegato Minniti portando a sostegno un andamento dei dati «chiarissimo» sul tema: quest’anno in Italia «i delitti sono diminuiti del 12%, gli omicidi del 15%, quelli riconducibili criminalità organizzata del 41%. In flessione anche rapine e furti», e pure i femminicidi. Anche parlando di terrorismo il quadro della minaccia «rimane alto, ma non imminente». Le maggiori criticità arrivano semmai dal fronte ambientale, come mostra in primis il forte incremento degli incendi. L’Italia ha affrontato una situazione difficile – dichiarano al proposito dal ministero dell’Interno – da inizio anno c’è stato un più 70% di incendi, con oltre 1000 interventi al giorno messi in campo da Protezione civile, Vigili del fuoco e Arma dei Carabinieri. Di più: secondo gli ultimi dati aggiornati dall’Effis (l’European forest fire information system) e riportati dall’Ansa, dall’inizio del 2017 in Italia sono andati a fuoco 106.154 ettari di bosco, quasi il triplo rispetto alla media annuale registrata tra il 2008 e il 2016 (38mila ettari); i grandi incendi – quelli superiori ai 30 ettari bruciati – sono stati 508 in Italia, poco meno della metà di tutti quelli avvenuti nell’Unione europea (1.068). Ma non ci sono soltanto i roghi. Come documenta il Viminale, da inizio anno gli interventi effettuati dal corpo nazionale Vigili del fuoco sono stati 439.835, ovvero il 12% in più rispetto all’anno scorso. Di questi, il 18% è stato rivolto al contenimento degli “incendi di bosco e sterpaglia”, un altro 4% è stato rivolto ai “danni idrici e idrogeologici”, mentre gli “interventi per sisma” hanno occupato i Vigili del fuoco nell’11% dei casi. (clicca qui) per continuare a leggere
Chi Siamo | Webmaster: Luciano Ferraro